One Show Interactive 8

Le nuove forme di pubblicità interattiva sono bel lontani dal semplice concetto di banner e finestre pop-up. One Show Interactive 8:  Advertising’s Best Interactive and New Media raccoglie le migliori opere dei vincitori dell’edizione internazionale del 2005 del contest “One Show Interactive Awards“, il concorso internazionale più prestigioso orientato ai nuovi mezzi e la pubblicità online che ogni anno assegna le matite dell’oro, argento e bronzo ai migliori lavori di oltre 33 paesi.

Fra i vincitori troverete idee e lavori che ispirano, divertono e ci spingono sempre oltre il sottile limite che distingue il reale dal virtuale. Con più di 1.200 immagini in quadricomia, One Show Interactive 8 è una fonte di ispiazione e riferimento indispensabile per i creativi e produttori; inestimabile strumento di apprendimento per studenti e chiunque si avvicini ai nuovi media. Le categorie coperte includono: commercio elettronico, immagine aziendale, direct marketing, auto-promozione e molto altro. L’edizione 2006 è caratterizzata anche dall’inclusione di molte nuove categorie quali “Viral and Email” e “Online Mini Movies” che riflettono lo sviluppo dell’industria in questi nuovi campi.

Tra i più importanti concorrenti premiati menzioniamo Nike, Burger King, Altoids, Ikea, BMW Mini Cooper e Playstation.

  1. Indice dei contenuti
    1. The One Club
    2. President
    3. Marketing Director
    4. Jury Chairman
    5. One Show Interactive Judges
    6. Client of the Year
    7. Best of Show
  2. PENCIL WINNERS
    1. Banners
    2. Beyond the Banner
    3. Promotional Advertising
    4. Corporate Image B2C
    5. Corporate Image B2B
    6. E-Commerce
    7. Integrated Branding
    8. Brand Gaming
    9. Wireless
    10. Self-Promotion
    11. Non-Profit
  3. MERIT WINNERS
    1. Banners
    2. Beyond the Banner
    3. Promotional Advertising
    4. Corporate Image B2C
    5. Corporate Image B2B
    6. E-Commerce
    7. Integrated Branding
    8. Brand Gaming
    9. Wireless
    10. Self-Promotion
    11. Non-Profit
  4. Index 

Digital Layout for the Internet and other digital media

I moderni designer sviluppano forme numeriche, monitor di computer, telefoni o di TV, il modo in cui sono esposte le informazioni non è più raffigurato su supporti cartacei.

La dimensione, la forma, la luminosità, il colore e la durata dell’immagine, tutto ha un’influenza fondamentale sullo spettatore. Le informazioni devono essere ben presentate, questo è il primo libro specifico sui sistemi di realizzazioni di interfacce web e digitali in genere.

Lo staff e-pix l’ha sfogliato per voi e garantisce il prodotto per tutti qui professionisti che progettano per essere capiti e non guardano al solo senso estetico.







Indice dei contenuti:

0.1.1 Layout – three perspectives 006
0.1.2 Layout and interface 008
0.1.3 Layout as a process 010

1.1.0 Scope of Idea 012
1.1.1 Recognition 014
1.1.2 Possibilities 016
1.1.3 Ideas 018
1.1.4 Rhetoric 020
1.1.5 Design 022

1.2.0 Elements and Objects 024
1.2.1 Elements of the dynamic layout 026
1.2.2 Typographical typology 028
1.2.3 The typology of reading 030
1.2.4 Dots 032
1.2.5 Lines 034
1.2.6 Shapes 036
1.2.7 Colour 038
1.2.8 Photography 042
1.2.9 Illustration and animations 048
1.2.10 Icons 052
1.2.11 Functional elements 056

1.3.0 Montage 058
1.3.1 Montage in the layout 060
1.3.2 Vertical montage – figure-ground 062
1.3.3 Vertical montage – figure-figure 064
1.3.4 Horizontal montage figure-ground-time – 066
1.3.5 Visual gestures 068

2.1.0 Scope of Action 070
2.1.1 Formats 072
2.1.2 Format typology 074
2.1.3 Content beyond the visible 076
2.1.4 Layout beyond the visible 078
2.1.5 Layout grids – seen relatively and absolutely 080
2.1.6 Structured flexibility 082
2.1.7 Layout grids – modularity and more 084

2.2.0 Structure and Organisation 086
2.2.1 Topology 088
2.2.2 Topology – the outside view 092
2.2.3 Topology – the inside view 094
2.2.4 Unconventional topologies (dare to disorder) 096
2.2.5 Structure, contents and organisation 098
2.2.6 From order to variety 100

2.3.0 Collaboration 102
2.3.1 Layout – the communication process 104
2.3.2 Media on media 106
2.3.3 Cooperation interfaces style guides – 108
2.3.4 Digital kits 114

3.1.0 Scope of Effect 116
3.1.1 Mobile devices 118
3.1.2 Desktop systems 120
3.1.3 Public terminals 122
3.1.4 Large-size displays and projections 124

3.2.0 Perception for the Layout 126
3.2.1 Perception – no accident 128
3.2.2 Hearing and feeling the layout 130
3.2.3 Seeing within the layout 132
3.2.4 Perception – typography 134
3.2.5 Perception – colour 136
3.2.6 Perception – orientation 138
3.2.7 Accessibility 140

3.3.0 My Layout 142
3.3.1 One layout – many faces 144
3.3.2 Skinning – personalising layout 146
3.3.3 Personalising the contents 148
3.3.4 Implicit individualisations – the software helps 150
3.3.5 No more layout? 152

0.2.1 Sources and bibliography 154
0.2.2 Acknowledgements 156
0.2.3 Index 158

Design Your Own Home Page

Design Your Own Home Page (serie DYO) ci offre una panoramica attuale delle più creative home page realizzate. Il volume non è una semplice collection di evoluzioni creative, ma va oltre, spiegando i trucchi e le caratteristiche tecniche (requisiti hardware, software, skill e abilità necessarie, scelta delle soluzioni di hosting), i fondamenti base (scelta della struttura, lineare, non lineare o design mixed, creazione della mappa del sito, content management) e le fasi di creazione delle pagine (trucchi base del linguaggio markup, progettazione per lo schermo, utilizzo dei colori, forme, geometrie e spazi).

Tutto è chiaramente spiegato, fino alla conoscenza degli strumenti di analisti (web log tools, collaborative web pages).

Ottima fonte di ispirazione, 144 pagine a colori in lingua inglese.

Grids for the Internet & Other Digital Media

Le griglie sono la principale regola che stà dietro ad ogni progettazione grafica. Vediamo progetti web caotici, non strutturati e sovraccarichi di informazioni, che ci rendono difficile la navigazione.

Un capo progetto spinge i progettisti a stabilire una gerarchia efficiente di informazioni con disposizioni chiare, con l’intento di generare una logica visiva, solo in questo modo gli utenti possono orientarsi facilmente e trovare le informazioni.

Include esempi efficaci di applicazione delle griglie per società e multinazionali come: Adidas, Lufthansa, Jaguar, Daimler Chrysler, and Veuve Clicquot.

Max Hits

Al progettista Web il difficile compito di creare e promuovere Websites efficace. Questo volume presenta gli elaborati con molta semplicità anche per i meno esperti i quali trovano spesso concetti e terminologie fuorvianti, come XML, SVG e CSS.

Non è rigorosamente un manuale how-to, il libro è ricco con shot screen e testi esplicativi, con una disposizione efficace che lo rende più divertente di altri libri molto tecnici.

Slocombe, in questo volume, ci rivela i suoi trucchi, risultato di anni di duro lavoro. Piuttosto che focalizzarsi sul mero codice HTML, ci dà una lezione privata, attraverso semplici tutorial, partendo dall’idea principale di come funzionano i TAG HTML, consigliando le migliori risorse presenti sul web ed utilizzando un semplice ma efficace editor come Homesite. 

Nel discutere di come un sito dovrebbe essere progettato, giunge dritto all’analisi dei problemi comuni:  un webdesigner dovrebbe preoccuparsi di come le pagine verranno osservate su un video crt, plasma o un PDA?  Quali sono i pro e i contro del fissare la larghezza in pixel di una tabella piuttosto che impostare i valori in percentuale

Consiglia siti e software con i quali i lettori possono verificare le loro pagine web, prendendo in cosiderazione variabili quali il browser, il sistema operativo e le differenti risoluzioni video.

I pro e i contro entrano in gioco nella maggior parte delle decisioni sulla progettazione. Per esempio, gli sviluppatori devono decidere se privilegiare il fattore grafica o il tempo di scaricamento, l’utilizzo delle ultime tecnologie o la piena compatibilità con i vecchi ma diffusi browser.

Queste decisioni sono uniche per ogni sito e l’autore aiuta i lettori a fare delle scelte informate.

Indice dei capitoli:
1. Getting Started
2. Planning and Building a Site
3. Using Information Architecture to Build a Professional Site
4. Designing the Site
5. File Structure and Navigation
6. Creating Web Graphics
7. Marketing and Promoting Your Site

Personal Web Sites

Whatever.nike.com ne è un esempio. Musicisti del calibro di Mick Jagger e Bjork gli affidano la loro immagine online.
Sono tutti quei designer che espongono il loro skill e le loro evoluzioni creative con i propri progetti personali online.
Nate dalla passione creativa, questi personal website mostrano al mondo intero i lavori di designer internazionali, veri e propri esercizi di stile che ben presto si trasformano nei successi commerciali di domani che tutti ben conosciamo.

Con questo volume, Joe Shepter, giornalista di successo nel campo dell’arte, offre una vista giovane di come i webdesigners traggono loro ispirazione.

Personal Web Sites: Top Designers Push the Boundaries with Experimental Design and Graphics è un libro unico, ottimamente impaginato, che esalta il valore innegabile del collegamento esistente fra passione creativa personale e successo commerciale.

Una finestra sul riservato mondo e sulle passioni personali di ogni artista.

Indice dei contenuti:

Introduction 9
Sezione 1 Emotional 15
Typographic 16
Mike Young 24
Abnormal Behavior Child 32
Eneri 38
Hungry for Design 44
Sezione 2 Narrative 49
Prate 56
Precinct 62
Gmunk Studios 68
Ndroid 72
Sezione 3 Experimental 77
Natzke 78
Presstube 84
Supersad 90
Sezione 4 Exploration 95
Eliwir Studio 96
True is True 102
Threecolor 108
Dhky 114
Saul Bass 118
Sezione 5 Collaboration 122
Future Farmers 124
Born Magazine 130
Module 8 136
The-Australian Infront 140
Archinect 146
Sezione 6 Portals 152
Kaliber 10,000 153
Linkdup 154
Surfstation 154
Threeoh 155
Design is Kinky 155
Holodeck 73 156
Kiiroi 156
Dplanet 157
Factory 512 157
Director 158
About the Author 160
Acknowledgments 160

Designing Online Identities

Il concetto di brand-loyalty è il moderno Santo Graal che guida il commercio ed il business, in particolare il commercio elettronico.

Che cosa rende forte una marca online? Quali sono le potenziali trappole ed i modelli ancora inbattuti dai quali i designer possono trarre spunto? Come presentare online un nuovo brand?

Designing Online Identities: Sucessful Graphic Strategies for Brands on the Web è un volume risponde in maniera asaustiva, trattando ogni argomento in tutti i suoi aspetti, anche i più profondi ed oscuri, esplora le tecniche grafiche che aiutano a rendere una marca competitiva anche su Internet.

Focalizzandosi sull’identità grafica e sul processo che contribuisce al successo di un e-brand, questo libro fa il punto sull’importanza di un’identità visiva forte, che rimane impressa nella memoria e stabilisce un rapporto di fiducia con il consumatore, che si traduce in seguito nel successo economico.
Questi princìpi si dunque traducono in una semplice frase: “good graphic design equals good business“.

La selezione dei case studie si suddivide in 11 capitoli, correlati da oltre 250 immagini, e ciascuno copre un differente scenario.
Ogni report è illustrato con entrambe le versioni del logo, online e offline (se esistente) e gli screenshot del sito. In alcuni casi sono presentate anche i bozzetti o i materiali che illustrano il brand.





Indice dei contenuti

Introduction 8
Brand Recognition 10
Image Perception 30 30
Navigational Context 46
Content Delivery 62
Customer Experience 76
Classic Brands 90
Boutique Brands 114
Dot-Com Brands 128
E-commerce Brands 142
Self-Branding 156
Not-for-Profit Brands 178
About the Author 192

Web Design That Works

“Web Design That Works”, ovvero trucchi e segreti per una progettazione web che funziona.
Il libro, scritto da Lisa Baggerman, autrice di fama mondiale (“Design for Interaction”, “User Friendly Graphics.”) è diviso in quattro categorie:

1. E-commerce
2. Content
3. Promotional
4. Portals

Ogni sezione, basata su una delle categorie sopra menzionate, inizia con una esauriente introduzione. Le altre sezioni sono dedicate ad esempi di siti web che funzionano. Per ciascuna categoria troviamo una completa recensione, accompagnata da screenshoot a colori e da ulteriori sezioni infomative denominate “workshop”, “what works” e “work wisdom”.

“Web Design That Works” analizza e discute i punti forti e le debolezze di un sito web.

Se cercate ispirazione per la vostra progettazione web, questo è sicuramente un volume utile.

Indice dei contenuti:

Introduction 10
E-commerce 12
Redenvelope.com 14
Customatix.com 18
Sidebar: Click & Mortar 22
Tiffany.com 24
Burton.com 30
Webvan.com 38
Sidebar: The Familiar, Not Intuitive, Interface 44
Content 46
Do you remember, when 48
ArtandCulture.com 54
K10k 60
Sidebar: Faster, Faster, Faster 66
Nerve.com 68
Esquire.com 74
Promotional 80
Splatterpunk.com 82
Sidebar: Targeting and Focus 88
Boothhansen.com 90
Lundstromarch.com 94
Mediumrare.net 98
Hillmancurtis.com 102
Altoids.com 106
Portals 112
Google.com 114
Sidebar: Make It Mine 120
Spinner.com 122
Netscape.com 128
About.com 132
Askjeeves.com 138
Directory 142
About the Authors 144

Web Design Basics

La diffusa serie Rockport “Web Site Graphics”, caratterizzata da volumi separati che coprono tutti gli aspetti della grafica online, si arricchisce di un volume completo e conveniente: Web Design Basics – Ideas and Inspiration for Working with Type, Color, and Navigation on the Web.

Presentando i migliori lavori di progettazione creati fino ad oggi, il libro illustra trucchi e tecniche per un utilizzo innovativo del colore che cattura l’attenzione, mogliorandone la leggibilità e la navigazione.

Corredato da esempi di siti e layout scelti da designer per designer, questo libro si impone come una scelta obbligata e completa, una fonte essenziale di ispirazione per artisti che lavorano con il web.

Interactive Design 2

Nonostante l’avanzare della tecnologia, la progettazione interattiva è ancora saldamente radicata nei principi di progettazione grafica.

Il secondo volume Graphis della serie Interactive Design è completamente dedicato ai nuovi media, presenta una collezione unica di progettazioni web interattive e riproduce oltre 100 siti tecnologicamente innovativi e dal design decisamente originale.

200 illustrazioni a colore caratterizzano l’opera, tra cui riproduzioni siti web, CD-Rom, chioschi, corner-point e altri mezzi interattivi. Il testo inoltre esplora anche le implicazioni culturali e finanziarie della Rete.